Svezia: in metropolitana ecco i cartelloni pubblicitari interattivi

Category : Marketing, Mobile & Digital, Tecnologia · No Comments · by feb 27th, 2014
Svezia: in metropolitana ecco i cartelloni pubblicitari interattivi

Dopo i cartelloni pubblicitari interattivi di British Airways ecco un’altra brillante iniziativa pubblicitaria che sfrutta la tecnologia in maniera creativa….

L’etichetta elettronica ci eviterà le code ai check-in?

Category : Mobile & Digital, News, Tecnologia · No Comments · by lug 2nd, 2013

Valigia che mostra l'etichetta elettronica
British Airways, compagnia di bandiera inglese, ha annunciato che dal mese prossimo inizierà a far testare al proprio personale l’utilizzo di un’etichetta elettronica da applicare ai bagagli. Qualora la fase sperimentale dovesse dare esito positivo, il sistema dovrebbe essere esteso a tutti i passeggeri a partire dal 2014 e dovrebbe quindi sostituire gradualmente l’applicazione delle etichette identificative cartacee indispensabili per il corretto smistamento.

Dettaglio Etichetta Elettronica

Come funziona? Semplice, una volta effettuato il check-in online, si passa il proprio smartphone sull’etichetta elettronica e questa viene automaticamente aggiornata grazie ad una particolare app che prende i dati del volo dall’archivio della compagnia aerea. A questo punto, dotati di un codice a barre univoco, ci si potrà recare all’area di imbarco dei bagagli non si dovrà fare altro che lasciare la valigia sul nastro trasportatore, uno scanner farà il resto.

Dettaglio e testo dell'etichetta elettronica

Arrivati a destinazione, si dovrà semplicemente ritirare il proprio bagaglio e aggiornare l’etichetta con i dati del nuovo volo non appena avremo l’esigenza di riprendere l’aereo.

L’etichetta infatti “È più costosa, ma in fin dei conti riutilizzabile” ha dichiarato alla BBC Lewis Freeman disegnatore industriale di Designworks, l’azienda che ha collaborato con British Airways per la realizzazione tecnica del dispositivo “Ad oggi, il prodotto può durare fino a 5 anni, tuttavia ritengo quando le attuali etichette dovranno essere sostituite, la tecnologia avrà già fatto passi da gigante”.

Postmates, l’App che segue il tuo corriere

Category : Mobile, Mobile & Digital, News, Social Media · No Comments · by giu 26th, 2013

Uomo al volante che usa cellulare chiama il corriere

Fondata all’incirca un anno fa a San Francisco, Postmates è la start-up che ti fa arrivare a domicilio quello che vuoi. Il servizio, nonostante l’agguerrita concorrenza, sta riscuotendo un discreto successo e dopo essere sbarcato a Seattle, da un paio di settimane è finalmente disponibile anche a New York, la metropoli che potrebbe decretarne il successo definitivo.

Perché Postmates è così speciale? Semplice: l’ordinazione è fatta come da tradizione per telefono, ma tramite un App per iPhone che assegna un corriere personale (rigorosamente in bicicletta), a cui affidare la nostra missione.

Visuale dell'applicazione che mostra il profilo del corriere In tempo reale sarà infatti possibile richiedere ciò di cui abbiamo bisogno. Si va dal pranzo alla cena, dagli accessori alla cancelleria per l’ufficio, praticamente di tutto a patto che sia disponibile in un negozio riconosciuto da Foursquare nella nostra area di riferimento, e che sia trasportabile in bicicletta. Il nostro mate, pedalerà fino al negozio, acquisterà quello che abbiamo scelto online e ce lo recapiterà entro un’ora. In caso contrario la consegna sarà gratuita.

La chiave del successo del servizio è che Postmates consente, grazie al tracciamento GPS, di seguire su iPhone i progressi del nostro corriere e permette di conoscere sempre a che punto della consegna si trova ed in quanto tempo è previsto il suo arrivo. Inoltre basta un tasto, per contattarlo telefonicamente come uno qualsiasi dei nostri contatti in rubrica. A ricezione avvenuta, sarà sufficiente far scorrere il dito sul nostro telefono per portare a termine la transazione e pagare il servizio. Il prezzo è calcolato automaticamente con un algoritmo che somma il costo dell’oggetto acquistato al risultato di una media ponderata di distanza e tempo necessario per il completamento dell’ordine. L’applicazione permette anche di lasciare una mancia al nostro “amico di consegne”, che comunque riceve già dai gestori del sito una percentuale sul ricavato delle corse portate a termine.

Gli sviluppatori hanno già annunciato che presto l’applicazione sarà disponibile anche per Android, ma al momento il servizio resta un’esclusiva a stelle e strisce e non sappiamo quando e se sarà mai disponibile anche da noi. Nel caso in cui siate voi ad andare a New York, Seattle o San Francisco, potete scaricare gratuitamente l’App Postmates per iPhone su iTunes.

Vine supera Instagram nel numero di condivisioni su Twitter

Category : Mobile, Mobile & Digital, Social Media · No Comments · by giu 10th, 2013

Secondo i dati di Topsy, compagnia che indicizza i social network e permette di confrontare i dati in tempo reale, Vine ormai supera Instagram nel numero di condivisioni su Twitter. Questo nonostante il servizio sia stato per mesi un’esclusiva riservata ai possessori di iPhone.

Vine vs Instagram

photo: topsy.com

Vine, start up fondata da Dom Hofmann e Rus Yusupov ed acquisita da Twitter nell’ottobre 2012, ha fatto il suo debutto online il 24 Gennaio 2013 come applicazione iOS per iPhone e iPod Touch.

Deve il suo rapido successo alla possibilità di creare brevi video della durata massima di 7 secondi, che è possibile condividere o incorporare sui principali social network come Twitter Facebook.

Il 3 giugno è stata rilasciata anche applicazione Vine per Android.

Pinterest cambia i “pin” e apre al marketing

Category : Marketing, Mobile & Digital, News · No Comments · by mag 21st, 2013

MILANO - Fare soldi e trattenere gli utenti all’interno della piattaforma. Sono questi i due obiettivi principali di un social network che si rispetti. Facebook, con il suo travagliato primo anno a Wall Street, ha fatto scuola e le realtà alternative stanno lavorando alacremente sul fronte delle monetizzazione del traffico e dell’interazione: Foursquare ha fatto la sua dichiarazione d’intenti a inizio mese. Pinterest, impegnato in un profondo restyling da marzo, sta annunciando alcune novità che strizzano l’occhio agli inserzionisti e tentano di migliorare l’esperienza degli utenti.

Il social network da circa 48 milioni di utenti si è accordato con una serie di partner per fornire informazioni aggiuntive sulle immagini che vengono condivise. Le foto di vestiti o prodotti di altro genere saranno accompagnate da un testo esplicativo su prezzo, disponibilità e modalità di acquisto. Agli immancabili scatti sui cibi saranno associate le informazioni relative a ricette e ingredienti e i Pin associati alle locandine dei film daranno lumi sul cast e sul gradimento espresso dagli utenti sulla pellicola. In questo caso uno dei partner è la piattaforma di streaming video Netflix, mentre a mettere la firma sui prodotti sarà anche eBay. In totale, Pinterest ha coinvolto in questa nuova fase 45 marchi, fra i quali figurano Sony e Sephora.